Milano - Udine+39 0432 405434info@hddsvision.it

Quanto costa un totem multimediale

Articolo 3 di 42
quanto-costa-un-totem

Sempre più spesso si vedono totem multimediali in giro per le piazze, parchi pubblici, centri commerciali e all’entrata di attività commerciali e di ristorazione. Ma quanto costa un totem multimediale? Vale lo stesso discorso di molti altri prodotti, ovvero dipende dalle caratteristiche desiderata: resistenza a pioggia e polvere, con tecnologia touchscreen, monitor ad alta luminosità o altissima luminosità, tipologia di installazione, ecc.. .

Tipologie di totem multimediali

La prima grande differenza su cui si possono suddividere i totem multimediali è la loro destinazione d’uso: da interno o da esterno. A parità di dimensioni il totem informativo da esterno è sicuramente più costoso perché deve essere costruito con materiali che resistono agli agenti atmosferici. Inoltre, devono garantire impermeabilità alla polvere e all’acqua per non danneggiare l’elettronica custodita al loro interno.

Ultimo, ma non meno importante, i totem digitali da esterno possono essere dotati di particolari dispositivi che vanno a modificare la temperatura interna, mantenendo l’hardware operativo. Nel caso di forte calore si utilizzano dei piccoli climatizzatori per evitare il surriscaldamento. Per il periodo invernale è possibile utilizzare dei riscaldatori, ma molte volte non sono necessari.

Solitamente il totem informativo outdoor viene ancora al suolo, su apposito plinto di cemento, per evitarne il ribaltamento o il furto.

Dimensioni dei totem digitali

Va da sé che un totem multimediale di grandi dimensioni ha un costo maggiore rispetto ad uno più piccolo. Molte volte la variazione del prezzo non è proporzionale, in quanto il monitor utilizzato ha dei costi che dipendono per la maggiore per il monitor utilizzato. Ad esempio se un totem 47″ costa X euro, potrebbe essere che il modello da 65″ costi quasi il doppio, anche se la dimensione del monitor non è certo raddoppiata.

Le dimensioni incidono anche nelle spese di trasporto, dove solitamente si assicura il totem informativo visto il valore. Se si tiene conto delle dimensioni, peso e valore le spese del solo trasporto possono essere oggetto di trattativa.

Caratteristiche aggiuntive dei totem interattivi

Il totem digitale può essere personalizzato a piacimento. Questo vale non solo per un proprio gusto estetico, ma anche per i diversi accessori e gadget.

È possibile integrare delle cuffie per permettere l’ascolto di audio al solo utente, oppure delle casse audio più potenti per un maggior coinvolgimento dei passanti. Nel caso di cuffie verrà installato un apposito gancio per riporle.

Alcuni modelli possono essere dotati di webcam incorporata per consentire un rapido riconoscimento facciale e mostrare degli appositi contenuti. La webcam viene solitamente utilizzata anche per scopi ludici, oltre che di marketing.

Il materiale utilizzato è solitamente l’acciaio, ma se si tratta di totem multimediali da interno è possibile utilizzare il legno MDF per abbattere i costi, offrendo comunque un prodotto di bella presenza.

Altra caratteristica è la possibilità di realizzare totem bifacciali, ovvero con un monitor per lato. Questo aumenta il coinvolgimento dei passanti in quanto i contenuti sono fruibili da più persone. Logicamente il costo è maggiore, oltre ad uno spessore più considerevole.

Personalizzazioni grafiche

Come già accennato, i totem multimediali posso essere personalizzati nell’estetica. È possibile realizzare la colorazione preferita scegliendo dall’ampia scala RAL. Inoltre, è possibile applicare delle grafiche adesive in tutti i lati, dato che anche sul lato frontale c’è molto spazio al di sotto del monitor.

 

 

Articolo scritto da Paolo

MENU