Milano - Udine+39 0432 405434info@hddsvision.it

Il nuovo Big Pad PN-80TH5

Articolo 1 di 35
Il nuovo Big Pad PN-80TH5

Big Pad PN-80TH5 di Sharp è un display interattivo di ultima generazione destinato agli ambienti di lavoro, capace di assecondare le esigenze di numerosi contesti professionali, dalle riunioni negli uffici alla progettazione in ambito ingegneristico. Si tratta di una lavagna digitale dotata di tecnologia touch e che si basa su Pen-on-Paper, grazie a cui garantisce una straordinaria user experience, paragonabile a quella offerta dai tablet e dagli smartphone.

Big Pad PN-80TH5 è una soluzione UltraHD-4K, che permette di abilitare una lunga serie di modalità lavorative extra rispetto a quelle rese possibili dal Full HD: in pratica, il tavolo di una sala riunioni o addirittura la scrivania si possono trasformare in superfici digitali. Questo modello capacitivo può essere utilizzato come un tecnigrafo, e cioè in posizione inclinata. Active Touch Pen, Palm Cancellation e Direct Bonding sono le principali tecnologie innovative integrate, e vanno ad aggiungersi ad apprezzate funzioni di collaborazione e di condivisione. Nello stesso momento, è possibile visualizzare fino a quattro sorgenti differenti, semplicemente dividendo in quattro parti uguali lo schermo. Ogni computer, tramite DisplayPort o HDMI, viene collegato con un cavo specifico, e non bisogna far altro che toccare la parte di schermo che si desidera ingrandire per due volte per passare allo schermo intero dalla modalità Quad Screen Display.

Reattivo e sensibile al tempo stesso, questo modello di Sharp è pensato non solo per le sale riunioni, ma anche per le aule universitarie o perfino per le war room: insomma, tutti quegli ambienti in cui si rivela indispensabile una comunicazione di squadra più efficace ai fini di una collaborazione produttiva. Il Pen Software del marchio funziona attraverso lo stilo con punta da 2 millimetri che viene fornito in dotazione, mentre Pen Digitizer è il driver di Windows che permette di passare senza difficoltà in automatico dal Finger Control alla Pen Annotation e viceversa. 

Articolo scritto da Laura

MENU